subscribe feed

Gestire i permessi utente su un Foglio di Calcolo

Posted on Monday, 14th April, 2014 by

Uno dei problemi principali che si hanno quando si utilizza un foglio di calcolo come se fosse un database è quello di poter definire permessi di accesso differenziati tra i vari utenti che lo utilizzano. Ad esempio potrebbe essere necessario fare in modo che alcune colonne del foglio non siano visibili per alcuni utenti (magari perché contengono informazioni riservate o “sensibili”), oppure che ognuno veda solo le proprie righe e che solo un utente con privilegi più “elevati” possa vedere tutto il foglio. Ovviamente imporre queste restrizioni non è possibile con un foglio di calcolo, in quanto non è uno strumento pensato per gestire tabelle di dati, anche se l’uso più comune che se ne fa è proprio questo.

Lo strumento più adatto per gestire dati che devono avere restrizioni di accesso in base all’utente è un sistema di database. Con un database è anche possibile definire la struttura dei dati in modo più rigoroso ed inoltre è possibile collegare tra lori dati che si trovano su tabelle distinte (ad esempio collegare un “Cliente” e le sue “Fatture“). La gestione dei permessi tuttavia non è una funzione che troviamo in modo nativo in tutti i database. Ad esempio Access non ha una funzione già pronta che permette di stabilire chi può accedere e cosa può vedere/fare con i dati.

Il nostro sistema Gabama ha invece già integrata la funzione di gestione dei permessi di accesso. E’ possibile definire con grande precisione e dettaglio cosa ogni utente (o gruppo di utenti) può fare e può vedere. Ad esempio è possibile fare in modo che un utente veda solo i record da lui creati o solo i record che sono stati a lui “assegnati” da un amministratore (ovvero un utente con permessi più avanzati, che può quindi visualizzare più informazioni e può intervenire sui dati in modo diverso). E’ anche possibile nascondere alcuni campi o renderli in “sola visualizzazione” (l’utente può vederli ma non modificarne il contenuto). Altre restrizioni possono essere applicate alle funzioni che l’utente può svolgere sui dati: ad esempio potrebbe essergli concesso di visualizzare tutti i record ma di modificare solo quelli da lui creati, oppure di poter cancellare solo determinati record o anche di non poter cancellare affatto i dati. Inoltre è possibile fare in modo che l’utente veda solo specifiche viste “filtrate” di dati (ad esempio solo i dati dell’ultima settimana, piuttosto che solo i dati che contengono determinate parole chiave).

Grazie a una enorme varietà di combinazioni di permessi (definibili a livello di singola tabella e singolo campo) è possibile costruire delle complesse e flessibili logiche che di fatto rendono implementabile la realizzazione di vere e proprie “procedure” aziendali.

Crea un database online

Gabama è il servizio che ti permette di creare rapidamente un Database sul web. Puoi provarlo subito: clicca qui e scopri come fare.


Informazioni sull'autore dell'articolo

Marco Pesce è laureato in Ingegneria Informatica. Ha ideato, progettato e realizzato la piattaforma per la creazione di database online denominata Gabama.

Sito web di Gabama | Altri post di

Leave a Reply

avatar

Your name

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>